stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE

Sciacca, aggredì giovane disabile: condannato

di

SCIACCA. Due giovani in sella a un ciclomotore, il passeggero afferra per un braccio un disabile di 58 anni, affetto da insufficienza mentale grave, lo trascina, facendolo cadere a terra e poi dandosi alla fuga.

Il disabile riporta lesioni, traumi contusivi ed escoriazioni in varie parti del corpo, giudicate guaribili in dieci giorni. E' sulla base di questa ricostruzione dei fatti che il giudice monocratico del Tribunale di Sciacca, Maria Grazia Scaturro, ha condannato, ieri sera, per lesioni, a tre mesi di reclusione, con pena sospesa e la concessione delle attenuanti generiche, Francesco Gulino, di 23 anni, di Sciacca. Assolto, invece, Giuseppe Prestia, di 22, conducente del ciclomotore. La vicenda, che risale all'8 aprile del 2012, ha destato un particolare clamore in città perché la sorella del disabile, un'insegnante di Sciacca, in un'intervista riferì che il fratello era rimasto scosso, traumatizzato da quanto accaduto.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X