stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Una colletta per mettere in sicurezza la cattedrale di Agrigento
IL CASO

Una colletta per mettere in sicurezza la cattedrale di Agrigento

di
Il progetto definitivo del consulente dell'Arcidiocesi, Teofilo Panzeca, è pronto. Servono due milioni, non c’è un centesimo. Si pensa ad una raccolta

AGRIGENTO. Ingabbiare - con catene d'acciaio che dalle fondamenta arriveranno fino al tetto - la parte della Cattedrale che si trova sulla zona non stabile del colle. Il progetto definitivo del consulente dell'Arcidiocesi, Teofilo Panzeca, è pronto. Il piano dei lavori di cui si occuperà la Diocesi, la Sovrintendenza e il Genio civile è stato condiviso, fra gli organi tecnici, nei giorni scorsi alla presenza del cardinale Francesco Montenegro. Alla Regione verrà però ufficialmente presentato, anche per evitare strumentalizzazioni politiche, a giugno; soltanto quando saranno archiviate le amministrative di Agrigento.

Ma c'è un ma. All'orizzonte non sembrano esserci - per come ha evidenziato anche il giornale cattolico L'Amico del popolo - possibilità di fondi, dei soldi necessari per mettere in sicurezza la Cattedrale di San Gerlando. E servono ben 2 milioni di euro per farlo. Non è escluso pertanto - anzi è addirittura più che un'ipotesi - che si vada verso una colletta popolare. "Un euro per la cattedrale!" - questo lo slogan che sarebbe stato già pensato pur di salvare la "madre malata" di Agrigento.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X