stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Licata, netturbini senza stipendio: si cerca l'intesa
IN 136 RISCHIANO IL POSTO

Licata, netturbini senza stipendio: si cerca l'intesa

di
La decisione è stata adottata ieri e comunicata attraverso il deposito dell’apposita istanza all’ufficio protocollo di Palazzo dell’Aquila

LICATA. Il rischio di un Natale triste è, per i dipendenti del cantiere cittadino della Dedalo Ambiente, concreto. L’Ato rifiuti, infatti, non ha ancora pagato agli operatori ecologici lo stipendio di novembre, perciò pare scontato che entro la fine dell’anno (mancano ormai meno di due settimane al 31 dicembre) i lavoratori non otterranno lo stipendio di dicembre e la tredicesima. All’origine della decisione della Dedalo Ambiente di non pagare lo stipendio ai netturbini di Licata c’è il fatto che il Comune non ha ancora provveduto a versare la propria quota all’autorità territoriale d’ambito. L’Ato Ag3, come è noto, è una società a capitale pubblico. Garantisce i servizi grazie alle somme messe a disposizione da ognuno dei sette Comuni in cui l’Ato si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti. Negli scorsi mesi i commissari straordinari della Dedalo Ambiente hanno stabilito che gli stipendi sarebbero stati pagati per ogni cantiere, a seconda che il Comune di appartenenza avesse versato, o meno, le rispettive quote alla società. Visto che il Comune di Licata non ha ancora liquidato il dovuto, per il momento la Dedalo Ambiente non versa gli stipendi al personale di questo cantiere.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X