L'IMPRESA

Calcio a 5, il Canicattì vince la Coppa Sicilia

Il Canicattì 5 entra nella storia del calcio a 5 siciliano. Al Pala "Maira" di San Caltaldo, la formazione biancorossa, neo promossa in serie C1, con la guida tecnica dell'allenatore Jack Giardina, ha battuto i palermitani del Cruillas P5 con il punteggio di 4 a uno ed ha alzato al cielo la Coppa Sicilia di futsal. La partita non è mai stata in discussione, così come la superiorità dei canicattinesi, che sono andati a segno con il mattatore Raffaele Corbo, grande trascinatore del team assieme al player Gianluca Isgrò. Il raddoppio, nel secondo tempo è stato siglato dal solito Benito Sirone che con la sua stazza e la potenza fisica ed atletica ha superato di forza il portiere palermitano. Tris di Gianni Falsone, poi spazio alla rete del Cruillas che porta la firma di Giovanni Salerno, ed infine il campobellese Gero Ilardo mette il sigillo vincente sulla Coppa.

Un traguardo storico, si diceva, perché è la prima volta nella storia del futsal canicattinese e della società biancorossa del presidente Vincenzo Urso che un team cittadino si aggiudichi la Coppa Sicilia. Tra l'altro una doppia emozione, perché dopo aver vinto il campionato ed essere approdati in C1, il Canicattì 5 non ha mollato la presa e dopo aver battuto squadre fortissime, la maggior parte del palermitano, come il Redendino e Ficarazzi, e dopo aver liquidato in semifinale il Canicattini bagni nel siracusano ha avuto accesso alla finale e proprio ieri ha fatto incidere sulla Coppa del calcio a 5 il proprio nome.

In tribuna c'erano le massime autorità della federazione siciliana: il delegato regionale del calcio a 5 Massimiliano Birchler, il segretario regionale calcio a 5 Paolo Mendola e tante altre autorità della Figc. Al seguito della squadra anche una cinquantina di tifosi di fede biancorossa con il presidente Vincenzo Urso che non sta nella pelle: «Alzare la Coppa dopo aver vinto il campionato - ha detto - è per noi motivo di grande orgoglio. Una stagione straordinaria».

Raggiante di gioia il tecnico Jack Giardina, un allenatore che parla poco ma che agisce ed è incisivo quando si tratta di motivare la squadra e di portare a casa il risultato. E di risultati, Giardina ne ha portati due importantissimi, quest'anno, al Canicattì: la vittoria del campionato e adesso la Coppa che diventerà un cimelio importante nella bacheca della società, il primo trofeo conquistato.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X