stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Docenti di sostegno, ad Agrigento sospesa l’assegnazione

Docenti di sostegno, ad Agrigento sospesa l’assegnazione

Una situazione, quella del sostegno, che ha creato numerosi problemi al Gruppo H nella distribuzione dei posti assegnati dal Ministero che sono stati decurtati della metà rispetto all'anno scolastico 2013-2014

AGRIGENTO. Sospesa nella giornata di ieri l'assegnazione delle sedi di titolarità. Ai docenti del sostegno negli istituti di istruzione secondaria superiore. Il provvedimento si è reso necessario, ci ha spiegato Enzo Di Vincenzo della sezione reclutamento dell'ex Provveditorato agli Studi di via Leonardo da Vinci, in quanto questi otto posti non erano stati segnalati secondo le aree di pertinenza. L'ufficio si è già attivato, comunque, per stilare un secondo calendario di convocazione di questo personale docente e procedere all'assegnazione della nuova sede di titolarità. Intanto i professori immessi in ruolo il primo settembre scorso, dopo anni di affollare le graduatorie del precariato, lavorano all'interno di altre istituzioni scolastiche. L'ufficio sta già predisponendo i vari calendari delle convocazioni prima per completare queste nomine del personale di ruolo e quindi passare agli incarichi annuali di docenti precari con contratto a tempo determinato. Si pensa che entro i primi giorni della prossima settimana tutte le operazioni saranno completate e si potrà procedere a completare il lungo e farraginoso iter della mobilità annuale dei docenti. Inoltre l'ufficio "H" dell'ex Provveditorato agli Studi, diretto da Stefania Ierna è in attesa l'esatto ammontare dei posti in deroga per il sostegno. La dottoressa Ierna, infatti, nelle settimane scorse, ha inoltrato al provveditore agli studi Raffaele Zarbo, una dettagliata relazione tecnica sulle concrete necessità di coprire le centinaia di richieste di posti di sostegno da parte dei dirigenti scolastici dei quattro ordini e gradi dell'istruzione. Una situazione, quella del sostegno, che ha creato numerosi problemi al Gruppo H nella distribuzione dei posti assegnati dal Ministero che sono stati decurtati, rispetto al reale fabbisogno, della metà rispetto all'anno scolastico 2013-2014.
Il Gruppo H ha pertanto dovuto effettuare tagli nell'assegnazione dei docenti di sostegno andando a privilegiare gli studenti in condizione di svantaggio con problemi gravi. Da qui, quindi, la relazione di Stefania Ierna che ha indotto Raffaele Zarbo ad inoltrare la richiesta di avere concessi ben 88 posti di sostegno in deroga. Dovrebbe essere una questione di giorni e si dovrebbe avere la risposta da parte dell'autorità scolastica nazionale e regionale. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X