stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Canicattì, gestione impianti sportivi: "Le società non avranno contributi"

Canicattì, gestione impianti sportivi: "Le società non avranno contributi"

Saranno i privati a farsi carico delle strutture comunali. L’amministrazione non può permettersi altre spese

CANICATTÌ. Cambieranno in maniera sostanziale i criteri di gestione degli impianti sportivi di proprietà comunale i cui attuali contratti sono scaduti la fine dello scorso mese di Febbraio o sono ormai prossimi alla scadenza. Le strutture in questione sono la Piscina di contrada Rovitelli, il Palasport Saetta – Livatino di via Santo Stefano, la Palestra Mario Mura di Contrada Giarre e l’impianto sportivo di via Pierpaolo Pasolini.

I nuovi bandi relativi all’affidamento della gestione degli impianti sono attualmente in fase di elaborazione e definizione da parte degli uffici competenti del comune ma già è emerso, a seguito dell’interessamento sulla vicenda del consigliere comunale Gioachino Asti che ha sollecitato in merito la convocazione della Sesta Commissione Consiliare, l’intendimento dell’amministrazione comunale in relazione alle modalità di gestione delle strutture. Rispetto al passato il comune non verserà alle associazioni o società sportive alcun contributo di natura economica per la gestione degli impianti sportivi che passerà quindi totalmente a carico dei privati. Questo perché il comune di Canicatti è strutturalmente deficitario e deve fare i conti quindi con rigide imposizioni di natura economico-finanziaria che non consentono l’erogazione di finanziamenti.

Contestualmente verranno però rimodulate le tariffe per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali per consentire a chi andrà a gestirli di poter rientrare economicamente dagli eventuali investimenti che le gli stessi intenderanno effettuare per apportare migliorie alle strutture. L’affidamento in gestione sarà di cinque anni tranne che, probabilmente, per la piscina comunale per la quale la gestione potrebbe essere portata a dieci anni sulla base anche di una mozione approvata dal Consiglio comunale su input del consigliere Alessio Comparato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X