stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Crollo sulla 115, potenziati i servizi sanitari

Crollo sulla 115, potenziati i servizi sanitari

L’Asp ha annunciato ieri a Sciacca che nell’ospedale di Ribera sono stati rafforzati cardiologia, chirurgia e anestesia
Agrigento, Archivio

RIBERA. "Abbiamo potenziato per le emergenze l'ospedale di Ribera per i servizi di cardiologia, anestesia e chirurgia che verranno garantiti h 24. Questo non risolve il problema perché l'ospedale di Ribera non è organizzato per assistere politraumatizzati. Quindi, abbiamo preso accordi con il 118, l'assessorato regionale alla Sanità e la Prefettura per il potenziamento dell'ambulanza del 118 a Cianciana, prevedendo la presenza oltre che di un infermiere anche di un medico. Abbiamo richiesto la localizzazione di un'altra ambulanza nella zona di Villafranca Sicula". E' questo il piano di rafforzamento dei presidi sanitari, scattato dopo il crollo del ponte Verdura sulla statale 115, presentato ieri dal direttore generale dell'Asp, Salvatore Messina, durante un incontro a Sciacca. Sul versante della viabilità nel versante occidentale della provincia la situazione è sempre critica. Ieri un camion si è ribaltato a pochi chilometri da Villafranca Sicula, in una delle strade alternative alla 115. Per fortuna nessun ferito. Un autocarro dopo che erano stati effettuati interventi di ripristino del manto stradale ha causato un cedimento che ha reso necessari nuovi lavori. Gran lavoro per i mezzi di soccorso e il personale impegnato ei vari servi. Intanto, si esaminano tutte le possibili soluzioni per risolvere l'emergenza nel più breve tempo possibile. Il sindaco di Sciacca, Fabrizio Di Paola, ha inviato una lettera alla Prefettura di Agrigento, alla Provincia, al Genio Civile ed ai sindaci di Ribera, Villafranca Sicula, Burgio e Calamonaci, scrivendo di condividere la proposta dal dirigente generale del dipartimento regionale della Protezione Civile, Pietro Lo Monaco, e dal dirigente del servizio della Protezione Civile di Agrigento.

"L'Anas si attivi, con l'urgenza del caso, - scrive il sindaco - per verificare la condizione strutturale dell'impalcato in cemento armato, ubicato in aderenza al ponte in mattoni crollato e le eventuali opere di presidio e rinforzo delle pile di fondazione, al fine di valutare un possibile utilizzo, ancorché limitato ed a senso unico alternato o, in subordine, individuare un possibile punto di attraversamento del fiume Verdura che, nelle more del ripristino definitivo del ponte crollato, consenta la realizzazione di una pista alternativa che attenui il disagio procurato dall'interruzione". E tra "le soluzioni immediate è venuta fuori la proposta di far intervenire il Genio Militare per la realizzazione di una passerella provvisoria in attesa della ricostruzione del viadotto", ha aggiunto il sindaco. Intanto, la Federconsumatori di Sciacca evidenzia "un vero e proprio calvario della gente e in modo particolare i pendolari che dovranno affrontarlo non capisce ancora per quanto tempo". Federconsumatori plaude all'intervento della procura che ha aperto un'inchiesta per stabilire le cause del crollo ed accertare eventuali responsabilità.

"E non sono neppure da escludere azioni legali - scrive il responsabile della sede di Sciacca, Luigi Licari - volte a risarcire gli evidenti danni procurati agli automobilisti". Ed i consiglieri comunali del Pd di Sciacca Vincenzo Marinello, Vincenzo Sabella e Cinzia Deliberto in un'interrogazione al sindaco chiedono di conoscere le iniziative che l'amministrazione comunale intraprenderà "presso le istituzioni competenti al fine della risoluzione del gravissimo problema". Questa mattina, alle 10, al Comune di Ribera, è in programma una riunione operativa urgente per discutere dell'emergenza riguardante il ponte Verdura e valutare una soluzione di viabilità alternativa. Sono stati invitati il Prefetto, il presidente della Provincia e tecnici della Provincia, del Genio Civile della Protezione Civile e dell’Anas oltre al rappresentante del consorzio di bonifica Agrigento 3 ed ai sindaci dei comuni della zona. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X