stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Porto Empedocle, manifesti anonimi contro la crisi dei negozi

Porto Empedocle, manifesti anonimi contro la crisi dei negozi

Si è risvegliata tappezzata di grandi manifesti con la scritta "svendesi attività commerciale", ieri mattina, la via principale della città marinara

PORTO EMPEDOCLE. Si è risvegliata tappezzata di grandi manifesti con la scritta "svendesi attività commerciale", ieri mattina, la via principale della città marinara. I manifesti sono stati affissi in via Roma, dove è concentrata la maggior parte delle attività commerciali empedocline, ma anche sul colonnato del palazzo comunale. Sulla vicenda stanno indagando i poliziotti del commissariato "Frontiera" coordinati dal vice questore aggiunto Cesare Castelli. I manifest, tutti anonimi, non riportavano altra scritta se non «svendesi attività commerciale». È probabile che si tratti di una protesta di alcuni commercianti, forse a causa delle numerose licenze commerciali che il Comune ha rilasciato nelle ultime settimane. «Più che una manifestazione di protesta mi sembra una nota di merito per una città che nonostante la crisi continua a investire in nuove attività commerciali, un fenomeno certamente in controtendenza rispetto alle altre città siciliane come Palermo dove i negozi sono costretti a chiudere», ha commentato il sindaco di Porto Empedocle Lillo Firetto. «Abbiamo recentemente rilasciato licenze per nuove attività - spiega Firetto - in applicazione del decreto Bersani sulla libera concorrenza e non potevamo fare diversamente, ma questo lo ritengo un dato positivo, segno che la gente viene e spende a Porto Empedocle anche grazie alle manifestazioni, all'attenzione del decoro urbano, a una città completamente riqualificata».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X