stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Rifiuti, niente stop alla raccolta: le imprese concedono una proroga

Rifiuti, niente stop alla raccolta: le imprese concedono una proroga

I sindaci hanno tempo fino al 14 dicembre per presentare i piani di rientro che darebbero l’accesso alle anticipazioni da parte della Regione
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Non verrà sospeso martedì prossimo, il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti nei 19 Comuni dell’Ato Ag2. Le imprese del raggruppamento temporaneo, al termine dell’incontro con il Soggetto attuatore per l’emergenza Maurizio Norrito e il commissario liquidatore di Gesa Teresa Restivo, hanno deciso di posticipare al 30 dicembre prossimo, la rescissione del contratto di appalto motivato dai ritardi nei pagamenti di circa 7 milioni e 800 mila euro delle fatture emesse per i servizi resi.

Una boccata d’ossigeno per l’intero comparto e per i cittadini che non vedranno cassonetti di immondizia ai bordi delle strade durante il periodo natalizio. La speranza è che si riescano a trovare le liquidità economiche necessarie per pagare i debiti con le imprese e riuscire a garantire la continuità del servizio. E dall’incontro di lunedì pomeriggio con i sindaci soci è emersa anche la necessità di fare in fretta anche con la presentazione dei singoli piani di rientro che le amministrazioni comunali dovranno stilare e fare approvare dai rispettivi Consigli per accedere alle linee di credito della Regione. Per farlo hanno tempo fino al 14 dicembre prossimo quando chiuderanno i Servizi di tesoreria per la contabilità di fine anno. Una volta presentati i Piani, la regione potrà elargire la prima trance delle anticipazioni già a gennaio.

E il commissario Restivo ha già contattato gli uffici dell’Aipa a Milano per ottenere altre anticipazioni che possano servire a pagare quanto più possibili ai fornitori creditori mentre la Regione si occuperà di versare i soldi che serviranno a pagare il 70 per cento dello stipendio di settembre agli operatori ecologici il cui restante 30 per cento spetta a Gesa.
Un servizio nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X