NELL'AGRIGENTINO

Favara ancora senz'acqua: disagi da due settimane, proteste e diffide

di

FAVARA. Due settimane senz'acqua a Favara, a causa di guasti alle varie condotte. Un disagio insostenibile per i cittadini che ha portato alla protesta formale del sindaco, Anna Alba, che nei giorni scorsi ha diffidato il gestore idrico, Girgenti Acque: "Considerato che la pazienza dei cittadini, con particolare riferimento agli utenti portatori di handicap e ai titolari di attività commerciali, è stata messa a dura prova da tali gravi disservizi - si legge nell'atto firmato dal sindaco -, si diffida la società al ripristino urgente della corretta erogazione idrica contrattualmente prevista, diversamente si procederà alla segnalazione alle autorità competenti per scongiurare gravi rischi igienico-sanitari connessi al mancato approvvigionamento idrico".

Una situazione che però, anche se in maniera meno grave, accomuna moltissimi comuni dell'Agrigentino. In questi giorni, per esempio, in difficoltà sono stati anche i comuni di Raffadali e Joppolo Giancaxio e alcuni quartieri periferici di Agrigento a causa di un guasto all'acquedotto del Fanaco che però è stato riparato quasi a tempo di record. Ma, riparati i guasti, per normalizzare l'erogazione idrica occorrono sempre circa 24 ore, a volte di più. E questo crea disagi su disagi.

Girgenti Acque spa in un comunicato precisa che "che i guasti agli impianti fatiscenti, ereditati dai precedenti gestori, e la limitatezza della risorsa idrica della Provincia, purtroppo non si possono superare se non con la collaborazione di tutti. Il riferimento va al mancato finanziamento, per la parte Pubblica, degli interventi previsti per l’ammodernamento ed efficientamento delle infrastrutture. La Società, da sempre, ha fatto la sua parte. Per quanto riguarda le segnalazioni pervenute all’Azienda, nel recente periodo, e le relative problematiche comunque circoscritte a zone idraulicamente svantaggiate, Girgenti Acque S.p.A. si sta adoperando alacremente per accertare la natura di tali disagi agli Utenti al fine di eliminare gli inconvenienti eventualmente riscontrati. Purtroppo, troppo spesso, si tende a generalizzare specifiche criticità che sono invece circoscritte a singoli punti della rete di distribuzione, che vengono aggravate anche dalle diverse sospensioni occorse alla fornitura di acqua, dagli acquedotti di adduzione".

Sulla questione è intervenuto anche il deputato Alessandro Pagano della Lega-Noi con Salvini che annuncia anche la presentazione di un'interrogazione alla Camera: "Oltre 30 mila persone da due settimane sono senz'acqua a Favara, importante cittadina della provincia di Agrigento. Quanto sta avvenendo è indegno di un Paese civile. Lo Stato intervenga. Addirittura la società che gestisce il servizio idrico ha parlato di problemi riguardanti anche Agrigento, Porto Empedocle, Comitini e Aragona. Stiamo parlando di un potenziale bacino di utenza di circa 120 mila abitanti. Disservizi e gravi disagi per tutta la popolazione, specialmente per gli anziani, i malati, i centri medici, i commercianti tutti con il rischio di problemi igienico-sanitari. Verrebbe da dire, benvenuti in Africa. Il tutto nell'assordante silenzio della prefettura".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X