IL CASO

Rifiuti davanti agli alberghi di Sciaccamare, è protesta

di
rifiuti, Sciacca, sciaccamare, turismo, Agrigento, Cronaca
Rifiuti a Sciaccamare

SCIACCA. Rifiuti ammassati davanti agli alberghi a Sciaccamare e scoppia l’ira del presidente di Aeroviaggi, Antonio Mangia: «Pago 300 mila euro all’anno di Tarsu e non posso essere trattato in questa maniera».

Così ieri mattina Antonio Mangia, a capo della società proprietaria del complesso alberghiero di Sciaccamare, che è andato su tutte le furie quando ha visto che per tre giorni l’immondizia è rimasta sia nell’area interna che in quella esterna agli alberghi che a Pasqua hanno ospitato 1500 turisti.

Nella tarda mattinata di ieri, dopo l’intervento di Di Paola, una squadra di operai Sogeir ha svuotato i cassonetti nella zona interna agli alberghi, mentre nei viali che conducono alle strutture, attraversati dai turisti che, a piedi o in autobus, raggiungono Sciacca, l’immondizia è rimasta e sarà ritirata questa mattina.

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Agrigento: i più cliccati