ORDINANZA DEL SINDACO

Licata, giro di vite per contrastare il randagismo

di
licata, randagi, Agrigento, Animali, Cronaca

LICATA. Troppe aggressioni di cani randagi a Licata. Allo scopo di salvaguardare l'incolumità delle persone e garantire la tutela degli stessi animali, con propria ordinanza, il sindaco Angelo Cambiano ha disposto una serie di regole nel rispetto delle varie leggi statali e regionali, della convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia e del regolamento di polizia municipale.

Il sindaco Cambiano, nell’ordinanza, dopo aver premesso e ricordato che il proprietario o il detentore o l'utilizzatore di un cane è responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell'animale e risponde, sia civilmente che penalmente, dei danni e delle lesioni a persone, animale e cose provocate dallo stesso cane, ha emanato una serie di specifici adempimenti.

In particolare, tra l'altro, si fa obbligo ai proprietari, detentori e utilizzatori di un cane di munirlo se non condotto al guinzaglio nelle pubbliche vie o in luogo aperto, di apposita museruola; affidarlo esclusivamente a persone in grado di gestirlo correttamente, e chiunque conduca il cane, in ambito urbano, ha l'obbligo di raccoglierne le feci e, per questo, portare con se ed utilizzare strumenti idonei alla raccolta delle stesse.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Agrigento: i più cliccati