DIOCESI

Giubileo ad Agrigento, restano da aprire quattro Porte Sante

di
Con decreto l’arcivescovo ricorda che «si può usufruire del perdono solo una volta al giorno. Dopo aver celebrato degnamente la confessione sacramentale»

AGRIGENTO. Altre quattro porte, dopo quella della concattedrale di Santa Croce a Villaseta, saranno aperte in meno di una settimana. Saranno quelle di altrettante chiese giubilari scelte come luoghi dove si può usufruire del dono dell'indulgenza plenaria.

Si comincia giovedì, alle 18, alla chiesa Madre di Palma di Montechiaro e il giorno dopo, alla stessa ora, alla chiesa Santa Chiara di Canicattì. Il 20 dicembre, sempre alla 18, sarà la volta della porta della chiesa Madre di Santo Stefano Quisquina, mentre lunedì 21 "toccherà" alla chiesa Madre di Sciacca.

In occasione del Giubileo straordinario della Misericordia, l'arcivescovo di Agrigento, il cardinale Francesco Montenegro, ha decretato che si potrà ottenere l'indulgenza plenaria anche partecipando alle sacre celebrazioni o ai momenti di riflessione e meditazione che si terranno in altre chiese.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X