Naufragio a Lampedusa, Martello nel video: "Si continua a morire, non cambia nulla"

«E' una scena macabra, che si ripete. Da stanotte siamo sul molo a guardare i morti. Il fenomeno dei migranti continua a manifestarsi. Quello che succedeva prima continua a succedere oggi. I discorsi che si sono fatti in Italia sui porti aperti o chiusi, quanta drammatica assurdità. Se non si affronta il fenomeno delle migrazioni, se non si coinvolgono i paesi rivieraschi del Mediterraneo, continueremo sempre ad assistere a queste scene. E poi c'è gente che possibilmente specula anche sulle morti». Lo dice il sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello.

Le salme delle 13 donne recuperate, trasportate su due camion, sono giunte alla Casa della fraternità «Maria Immacolata Madre della Chiesa», un centro spirituale per la formazione cristiana. «E' l’unico luogo con spazi ampi e idonei per ospitare 13 salme - ha detto il sindaco - e per consentire ai sopravvissuti di effettuare il riconoscimento».

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X