stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport L’Akragas a Foggia, Rigoli: «Sono loro i più forti»
LEGA PRO

L’Akragas a Foggia, Rigoli: «Sono loro i più forti»

di

AGRIGENTO. Partenza in pullman dallo stadio alle 10, sosta per il pranzo in Calabria e poi la prosecuzione del viaggio fino a Foggia. La seconda trasferta pugliese consecutiva dell'Akragas è iniziata. Si giocherà, domani sera alle 20,30, a otto giorni di distanza della gara di Lecce dove i biancoazzurri hanno conquistato un prestigioso pareggio. La formazione agrigentina spera di trovare un Foggia stanco e soprattutto distratto dai festeggiamenti per la conquista della Coppa Italia di Lega Pro ai danni del Cittadella, battuto nel doppio confronto.

«Ricordiamoci, però, - ha commentato l'allenatore Pino Rigoli - qual è lo spessore dell'organico del Foggia. Quando hai in squadra gente come Iemmello, Arcidiacono e Angelo puoi permetterti pure di festeggiare e sei competitivo ugualmente». Rigoli ha portato con sé ventuno giocatori. Nessuna sorpresa rispetto alla vigilia. Zibert, che domenica ha rimediato il cartellino giallo che ha fatto scattare la squalifica, resta a casa. Nessun problema per il capitano Ciro Capuano che ha saltato un paio di allenamenti per un leggero affaticamento muscolare.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X