stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Fortitudo Agrigento, capitan Di Simone suona la carica
BASKET

Fortitudo Agrigento, capitan Di Simone suona la carica

di
«Faccio un appello alla tifoseria di Agrigento: spero che nelle altre partite al PalaMoncada ci sia tutto questo calore, perché è davvero un colpo d’occhio bellissimo»

AGRIGENTO. Ciao Giancarlo, siamo la Fortitudo e ti vorremmo in squadra: arrivo. Sarà stata così la trattativa lampo tra i biancazzurri del basket agrigentino e il giovane Giancarlo. Era il 2004 e Di Simone eveva solo 17 anni, la sua prima squadra e il suo primo ingaggio. La Fortitudo scelse lui, non immaginando che quel ragazzo di Partinico - oggi 27 enne - potesse diventare simbolo indiscusso. Gioie, dolori vittorie, promozioni e sconfitte, Giancarlo Di Simone c'è sempre stato. Sono passati giocatori, anche allenatori ma quel "lungo" alcamese è sempre stato innamorato del bianco e dell'azzurro: colori ufficiali di una squadra che sente sua.

La Fortitudo Agrigento, si è presa il lusso di andare avanti nei play-off battendo i giganti della Tezenis Verona. Lui, Di Simone ha guardato la Fortitudo dalla sua solita postazione. A cavalcioni sulla transenna e pronto a scrutare ogni movimento dei suoi compagni, incoraggiandoli e dicendo loro di non mollare mai. Loro, a ogni inizio partita che si rispetti vanno da Di Simone abbracciandolo e dandosi reciprocamente una pacca sulla spalla. Lo fa coach Ciani, Albano Chiarastella - capitano della Fortitudo - , Williams e il "piccolo" Federico Vai.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X