stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Il completamento della statale da Licata alla Palermo-Catania: c'è il sì dell'Anas

Il completamento della statale da Licata alla Palermo-Catania: c'è il sì dell'Anas

di
viabilità, Giancarlo Cancelleri, Agrigento, Politica
Il sopralluogo del sottosegretario Giancarlo Cancelleri con il direttore di Anas Sicilia Raffaele Celia

Ormai è imminente l’approvazione, da parte dell'Anas, del progetto esecutivo per il completamento del tratto Licata-Torrente Braemi della strada statale 626 dir., asse viario che collega il centro abitato di Licata alla statale 626 e quindi all’autostrada A19 Palermo-Catania. Lo ha annunciato il sottosegretario delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Giancarlo Cancelleri, dopo un sopralluogo sul posto con il direttore di Anas Sicilia, Raffaele Celia.

«Dopo 30 anni - ha affermato Cancelleri - possiamo finalmente assicurare a questo territorio il completamento degli ultimi 12 chilometri della strada. Mettiamo la parola fine a tutti i disagi subiti dai Comuni delle province di Agrigento e Caltanissetta. Sono soddisfatto nell’apprendere dall'Anas che a maggio sarà approvato il progetto esecutivo per il completamento. Ho fortemente voluto la conclusione delle fasi progettuali e nello stesso tempo l’individuazione delle somme necessarie per i lavori, circa 18 milioni. Dopo tutti questi anni di inattività - conclude il sottosegretario - accelerare e recuperare il tempo perduto era il minimo per questo territorio. Basta attese, entro la fine del 2022 saranno avviati i lavori».

La strada è stata gradualmente aperta al traffico a partire dal 1987 ed è attualmente in esercizio fino all’intersezione provvisoria con la statale 190 chiamata delle Solfare, a metà strada tra Sommatino e Riesi, nei pressi della miniera Trabia Tallarita. I restanti 11 km sono stati parzialmente costruiti in periodi diversi, ma i lavori sono stati abbandonati da anni.

Quando sarà completata, la statale rappresenterà un asse di collegamento tra la A19 Palermo-Catania ed il porto di Licata, attraverso la statale 626, dalla quale si diramerà all’altezza del torrente Braemi. Attualmente una delle alternative per gli utenti che volessero raggiungere Licata provenendo dalla A19 resta quella di percorrere la statale 626 fino al termine, per poi imboccare la 115.

Questa strada è stata progettata come asse stradale con svincoli provvisti di apposite rampe e priva di incroci a raso, per permettere una velocità di esercizio pari a 90 km/h tranne in alcune progressive, nelle quali il limite è abbassato a 70 km/h. Le pendenze eccessive, che la conformazione orografica del territorio composto da colline di media altezza e valli scoscese presenta, sono risolte grazie alla realizzazione di complessi e talvolta lunghissimi viadotti in cemento armato precompresso.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X