stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Caro carburante, il sindaco di Lampedusa: «Le marinerie siciliane in ginocchio»
PESCA

Caro carburante, il sindaco di Lampedusa: «Le marinerie siciliane in ginocchio»

caro carburante, Caro energia, guerra in ucraina, Totò Martello, Agrigento, Politica
Una vecchia foto in bianco e nero del porto di Lampedusa

«Il prezzo del gasolio per i pescherecci ha raggiunto anche in Sicilia livelli record, in alcune località si paga fino ad 1 euro e 30 centesimi per un litro: è una situazione insostenibile che sta mettendo in ginocchio le marinerie siciliane ed in particolare quella di Lampedusa, dove la pesca rappresenta una delle attività principali per la comunità della nostra isola». Lo dice Totò Martello, sindaco di Lampedusa e Linosa sul cario carburante.

«Dopo aver sollecitato l’assessore all’Agricoltura Toni Scilla - aggiunge Martello - mi rivolgo adesso al presidente della Regione Nello Musumeci affinché intervenga ponendo il tema del sostegno alle marinerie siciliane al centro dell’agenda del governo regionale. Stiamo parlando di un comparto che in Sicilia vede impegnati circa 4.800 lavoratori, è una emergenza vera - sottolinea il sindaco delle Pelagie - che, soprattutto in realtà particolari come quella di Lampedusa e di altre isole minori, può avere effetti pesantissimi sull'economia e sull'occupazione. Confidiamo in un intervento del presidente Musumeci a tutela dei pescatori siciliani e delle loro famiglie».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X