stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Hot spot di Lampedusa, la Lega attacca Martello: "Nessuna fuga di migranti, si scusi"
IMMIGRAZIONE

Hot spot di Lampedusa, la Lega attacca Martello: "Nessuna fuga di migranti, si scusi"

"Spiace constatare che un'isola così bella come Lampedusa sia amministrata da un sindaco che usa bugie e gravi insinuazioni come arma di propaganda politica. Non è vero, come ha affermato Totò Martello, che ieri durante la mia visita nell'hotspot di Contrada Imbriacola si sia verificata una fuga di migranti", lo dice Eugenio Zoffili, deputato della Lega e Presidente del Comitato Parlamentare di controllo sull'attuazione dell'accordo di Schengen, di vigilanza sull'attività di Europol e di controllo e vigilanza in materia di immigrazione.

"Risulta inoltre privo di senso legare questa sua fantasia a presunte responsabilità da parte delle Forze dell'Ordine operanti nella struttura a cui va tutta la mia stima e solidarietà oltre a un sentito ringraziamento per il contesto difficile in cui si trovano ogni giorno a lavorare. Ho svolto il mio ruolo di parlamentare, in vista dell'audizione di mercoledì che ho convocato a Roma con il Ministro dell'Interno Luciana Lamorgese in bicamerale Schengen. Piuttosto che perdere tempo con sterili polemiche, il sindaco Martello chieda scusa alle forze dell'ordine e si impegni una volta per tutte a fornire ai lampedusani i servizi che non possono mancare in un paese civile, tanto meno in una località che vive di turismo".

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X