stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Elezioni comunali di Sciacca, il sindaco Valenti verso la ricandidatura
AMMINISTRATIVE

Elezioni comunali di Sciacca, il sindaco Valenti verso la ricandidatura

di
Sciacca, Agrigento, Politica
Il sindaco di Sciacca Francesca Valenti

Il sindaco di Sciacca, Francesca Valenti, non esclude una nuova candidatura alla guida del Comune alle prossime elezioni amministrative. Lo ha detto durante la conferenza stampa di fine anno, tenuta assieme agli assessori.

«Il futuro – dice il sindaco - è sempre molto incerto e lo viviamo quotidianamente. Io non ho maturato una decisione al riguardo. Non escludo una ricandidatura. Lo dico spesso ai miei assessori: così come siamo, una bella squadra, ci ripresentiamo alle elezioni».

Numerosi gliargomenti trattati dal sindaco e dagli assessori comunali, durante la conferenza stampa di fine anno. Dal piano regolatore che ha ottenuto il via libera dopo 25 anni da parte della Regione ai parcheggi, sia alle aree gestite adesso dal Comune che alle proposte al vaglio del Comune, da parte di un privato e di una società.

Non sono mancati riferimenti al piano assunzioni del Comune con l’arrivo delle prime unità, già nei giorni scorsi, e con i concorsi che dovranno essere espletati. Si è parlato anche della crisi del turismo dovuta alla pandemia che in città ha ridotto presenze, possibilità di lavoro per tanti stagionali e assottigliato notevolmente gli introiti dell’imposta di soggiorno per il Comune. In un anno fortemente caratterizzato dall’emergenza Covid, con le iniziative a sostegno delle famiglie meno abbienti che sono state pure oggetto della conferenza stampa, si è parlato anche delle Terme con particolare riferimento alle ultime novità che coinvolgono anche l’Inail, annunciate dal governatore Musumeci.

Su richiesta del governo Musumeci, infatti, la Conferenza Stato-Regioni ha approvato la proposta del Gruppo tecnico «Assistenza territoriale» della commissione Salute e di Federterme, che include, per l’area del Sud Italia, i due Comuni. Un passaggio fondamentale, è stato sottolineato dalla Regione, affinché le aree termali di Sciacca ed Acireale possano essere sottoposte all’Inail per valutare un investimento diretto e l’acquisizione delle strutture (così come previsto dalla legge di stabilità 2019), con la garanzia dalla presenza di un partner gestionale affidabile. A gennaio 2021 si terranno gli incontri con Inail e Federterme.

«Ancora il contenuto di questa convenzione non lo conosciamo – dice il sindaco Valenti – e non sappiamo come si intende valutare il patrimonio termale. Il presidente Musumeci mi ha riferito che è un’interlocuzione avviata, ma che deve essere riempita di contenuti e che questo non può prescindere dalla volontà del Comune. I giochi non sono stati fatti. Ancora da definire nei dettagli – aggiunge il sindaco - e da costruire per quello che riguarda il patrimonio termale»

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X