stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Sciacca, negò la licenza per una stazione carburanti: Comune condannato
RISARCIMENTO

Sciacca, negò la licenza per una stazione carburanti: Comune condannato

Il Comune di Sciacca è stato condannato per aver negato la concessione edilizia per l’utilizzo di un terreno privato dove realizzare una stazione di carburanti. La sentenza è stata emessa dal Cga di Palermo.

Nell’accertare il principio della "colpa grave" da parte dell’ente, i giudici amministrativi hanno disposto un risarcimento di circa 40mila euro a favore dei proprietari del terreno. Nel 2004 l’area era stata messa a disposizione di una società petrolifera, che qui avrebbe dovuto realizzare un impianto.

Tuttavia, malgrado il via libera dell’assessorato regionale all’Industria e l’originaria autorizzazione comunale (da cui scaturì il pagamento dei relativi oneri di urbanizzazione da parte della compagnia), nel 2006, inaspettatamente il comune revocò la concessione. Ne è scaturito un lungo contenzioso, con gli avvocati Gigi Rubino e Giuseppe Impiduglia, a cui i proprietari del terreno si sono rivolti, hanno evidenziato in sede giudiziaria "l'illegittimità degli atti adottati dal comune".

I proprietari del terreno hanno lamentato, in particolare, di avere subito un danno per effetto degli atti e della condotta tenuta dall’ente, accusato "di essersi ostinato per anni ad impedire, ritardare ed ostacolare senza alcuna ragione la realizzazione della stazione di carburanti, scoraggiando l’investimento e l’attuazione della concessione".

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X