UN ARCHITETTO

Agrigento, il saccense Michele Benfari nominato Soprintendente ai Beni Culturali

di

La sua nomina a Soprintendente ai Beni Culturali di Agrigento verrà messa nero su bianco domani mattina Michele Benfari, di 64 anni, di Sciacca, da 36 è architetto e da 30 fa parte dell'amministrazione regionale.

Ha già operato per dieci anni alla Soprintendenza di Agrigento «con Graziella Fiorentini» sottolinea, ma è stato anche direttore del Museo Archeologico di Lipari e responsabile del servizio Affari Generali del Polo Museale di Trapani.

«Adesso - dice Michele Benfari - attendo l'ufficializzazione dopo essere stato chiamato dal direttore generale, Sergio Alessandro. Ne avevamo già parlato anche con l'assessore Sebastiano Tusa al quale mi lega un'amicizia ventennale. Dopo un periodo di oblio ho ricevuto quest'incarico che porterò avanti con il giusto interesse per un territorio che conosco molto bene anche per avere lavorato dieci anni in Soprintendenza». Michele Benfari indica due obiettivi che riguardano la sua città, Sciacca, e il primo è il complesso monumentale di Santa Margherita per il quale ormai da anni si reclama il completamento per consentirne la fruizione. La struttura è di proprietà dell'Asp.

L'articolo nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X