stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Agrigento e Siracusa, sconforto per la cancellazione della legge sui centri storici
FINANZIARIA REGIONALE

Agrigento e Siracusa, sconforto per la cancellazione della legge sui centri storici

centri storici, finanziaria, Agrigento, Politica
Centro storico di Agrigento

AGRIGENTO. Indignati. Alcuni anche sconfortati. Sindaco, rappresentanti di partiti politici e Confcommerio non accettano - e contestano - quanto è accaduto all'Ars giovedì. Il centro storico di Agrigento ha perso 750 mila euro, fondi che rappresentavano una concreta possibilità di riqualificazione e sviluppo.

La legge speciale per il rifinanziamento dei centri storici di Agrigento ed Ortigia, nel Siracusano, è stata infatti cancellata, con il voto segreto, dalla Finanziaria.

«Si trattava di un provvedimento serio per lo sviluppo e la sicurezza del territorio - ha commentato il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto - . Lo scorso anno, con questa legge, avevamo potuto avere 500 mila euro per i prospetti del centro storico. Adesso, invece, trattandosi di un emendamento soppressivo, abbiamo perso clamorosamente questa opportunità per il centro storico. Peccato avrebbe dato continuità e rimpolpato risorse per il centro storico. Tuttavia - conclude, non scoraggiandosi, Firetto - abbiamo altre risorse previste per il progetto 'Girgenti' che è sullo stesso tema».

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X