stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Licata, il sindaco Cambiano: "Sono stanco ma vado avanti"
DOPO LE INTIMIDAZIONI

Licata, il sindaco Cambiano: "Sono stanco ma vado avanti"

di

LICATA. «Siamo stanchi, la mia comunità non merita quanto sta accadendo. Dobbiamo registrare queste nuove minacce che colpiscono la mia famiglia e me. Andiamo avanti ma vogliamo credere che le istituzioni rispetteranno i loro impegni per Licata».

Angelo Cambiano, il sindaco antiabusivismo di Licata, rompe il silenzio dopo l'ennesima intimidazione subita.

Un incendio ha danneggiato il magazzino di campagna, in contrada Conca Ginisi, di proprietà del padre, Rosario. Ed è il secondo rogo appiccato nelle proprietà dei familiari di Cambiano. Un episodio letto come l' ennesima intimidazione al primo cittadino. A maggio un rogo ha distrutto la casa di campagna del padre del sindaco da allora sotto scorta.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X