stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Canicattì, Di Ventura va subito dal prefetto
IL SINDACO

Canicattì, Di Ventura va subito dal prefetto

di

CANICATTI'.  Circa otto milioni di euro di liquidità per l' esordio della legislatura guidata da Ettore Di Ventura. E' questa l' eredità del sindaco uscente Vincenzo Corbo che pure si era congedato dicendo di lasciare al suo successore oltre 2 milioni di euro immediatamente spendibili di "fondi di compensazione" dell' ANAS, le finanza a posto ed una discreta liquidità per ben operare sin dall' inizio. Peccato però che giovedì pomeriggio durante il "passaggio di cassa" tra vecchia e nuova amministrazione è stato chiarito che gli 8 milioni e passa di euro erano costituiti solo dall' anticipazione di cassa che da qualche tempo a questa parte per l' esecutivo Corbo era l' unico sistema per avere liquidità e quindi affrontare, a caro prezzo, almeno le spese correnti.

«Ho chiesto ai revisori dei conti e al dirigente -ha detto Di Ventura- di relazionare puntualmente e cristallizzare la situazione al 21 giugno scorso. Toccherà adesso a me e alla nuova amministrazio ne venirne fuori ma soprattutto vedere come reperire le risorse necessarie a rilanciare in termini qualitativi e quantitativi la gestione dell' ente».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X