stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Nuovo Dpcm, ristoranti e palestre in ginocchio nell'Agrigentino
DURO COLPO

Nuovo Dpcm, ristoranti e palestre in ginocchio nell'Agrigentino

Operatori del settore della ristorazione e titolari di palestre, piscine e centri benessere i più penalizzati sul dal nuovo Dpcm finalizzato a contenere i contagi da Covid-19. Nell’Agrigentino c’è chi resiste adeguandosi alle nuove regole, chi invece ha deciso di chiudere i battenti «fino a data da destinarsi».

«Si è deciso per decreto di farci morire», dice Massimo Ingraudo, titolare del ristorante Bistrot 01/93 di Ribera, che ha deciso di restare aperto a pranzo e fare servizio a domicilio la sera.

L'articolo di Calogero Giuffrida nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X