stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Tassa di soggiorno ad Agrigento, somme inutilizzate: è scontro con gli operatori turistici
COMUNE

Tassa di soggiorno ad Agrigento, somme inutilizzate: è scontro con gli operatori turistici

Le somme della tassa di soggiorno di Agrigento restano inutilizzate, almeno buona parte. Si tratta infatti di un tesoretto di oltre due milioni di euro di cui nell’immediato si possono spendere appena 22 mila euro. Incalza così la polemica sulla scelta dell’amministrazione comunale, emersa dalla riunione della consulta del turismo, convocata dal sindaco Calogero Firetto la scorsa settimana. A prendere parte alla riunione esponenti ed operatori del mondo del turismo cittadino locale.

I 22 mila euro disponibili saranno spesi a favore della promozione turistica. Di più non si può spendere, secondo complicate regole di Bilancio che il sindaco ha spiegato durante l’incontro con gli operatori turistici, che però non sono affatto d'accordo con la scelta del primo cittadino, considerato il periodo di forte crisi del settore.

L'articolo completo di Domenico Vecchio nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X