stampa
Dimensione testo
I FONDI

Depuratore di Villaggio Mosè, stanziati 23 milioni di euro

Definite le procedure espropriative e completata la fase progettuale per il depuratore del Villaggio Mosè. I lavori, finanziati attraverso il commissario unico per la depurazione con un impegno di 23 milioni di euro, potranno andare a bando il mese prossimo.

Lo ha annunciato, ieri, il sindaco di Agrigento Lillo Firetto. «Con il nuovo depuratore che sarà a servizio oltre che delle reti esistenti anche delle reti fognarie dei quartieri di Cannatello, Zingarello e della fascia costiera, in fase di definizione, e della condotta di adduzione reflui di Favara, - ha spiegato il capo dell'amministrazione comunale della città dei Templi - si doterà il territorio di un sistema fognario efficiente superando la procedura di infrazione».

Per dare vita al nuovo impianto di depurazione a servizio della fascia costiera di Agrigento e del Comune di Favara è stato necessario procedere a degli espropri. Il procedimento per l'imposizione del vincolo preordinato all'esproprio, all'asservimento e occupazione temporanea per l'approvazione del progetto e la dichiarazione di pubblica utilità venne avviato alla fine dello scorso luglio. Fu, di fatto, un passo decisivo per realizzare un impianto di cui si parla, e s'attende, da oltre 10 anni.

L'articolo completo nell'edizione di Agrigento, Caltanissetta ed Enna del Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X