stampa
Dimensione testo
DAL GDS IN EDICOLA

Girgenti Acque, il futuro resta incerto

Decisioni su quale sarà il futuro di Girgenti Acque non ne sono state prese. Né poteva avvenire diversamente anche perché si attende – ed è previsto per giorno 21 – il pronunciamento del Tar sull’interdittiva antimafia notificata, lo scorso 19 novembre, proprio alla società che si occupa del servizio idrico in quasi tutta la provincia.

Durante il vertice di ieri mattina, convocato dal prefetto Dario Caputo assieme ai commissari straordinari Gervasio Venuti e Giuseppe Massimo Dell’Aira, con i sindaci dei 43 Comuni Agrigentini s’è discusso delle prospettive gestionali del servizio idrico integrato, ma anche – e sono stati i momenti più concitati dell’incontro – della consegna delle reti da parte degli enti cosiddetti ribelli e delle prospettive occupazionali per i lavoratori di Girgenti Acque e della controllata Hydrotecne.

Girgenti Acque è in gravi difficoltà finanziarie. L’Ati non ha ancora deciso la strada alternativa da percorrere e le criticità, in quella che è la gestione del servizio idrico, cominciano a farsi sempre più forti.

L'articolo nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X