stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Comitini, il turismo oltre la Valle dei Templi
LA STORIA

Comitini, il turismo oltre la Valle dei Templi

di
Iniziativa ad un passo dalla zona archeologica. Visite guidate tra serenate, antichi canti e degustazioni. Con un «pacchetto» riservato alle scuole

COMITINI. Soltanto in pochi conoscono la leggenda. Soltanto in pochi sanno che per 270 anni il fantasma di Federico II d'Aragona si aggirava - perché era stato condannato, per volere divino, ad espiare i propri peccati - fra le stanze di palazzo Bellacera. Il palazzo baronale di Comitini che "conserva" intatta la sua torre normanna del 1.100, oggi, è un importante centro culturale che ospita una biblioteca con circa 13 mila volumi, un museo d'archeologia e di storia mineraria. È una delle tappe dell'incantevole percorso tracciato - nel paese museo di Comitini - dalla "Herbessus" di Sandro Sciarratta. Paese candidato, dall'agenzia viaggi, a diventare il miglior borgo d'Italia.

Il percorso, dalla chiesa Madre a piazza Umberto, dal palazzo Bellacera e dalla chiesa dell'Immacolata - accompagnato dalla voce di colui che intona canti antichi e serenate -, conduce fino ai luoghi frequentati dai minatori e dunque alle zolfare. Una scoperta dello scrigno di tesori che Comitini racchiude che ha già portato in città due pullman di visitatori e che adesso stuzzica la curiosità delle scuole di ogni ordine e grado.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X