stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Sciacca, rinasce il Complesso di Santa Margherita: finanziati lavori per 800mila euro
BENI CULTURALI

Sciacca, rinasce il Complesso di Santa Margherita: finanziati lavori per 800mila euro

Arriva l'ok dalla Regione siciliana per il restauro della Chiesa di Santa Margherita di Sciacca. Disposto infatti un finanziamento di 800mila euro nell'ambito del quale verrà realizzato un auditorium, all'interno del bene monumentale risalente al quattordicesimo secolo, attiguo ad un più ampio complesso considerato tra i più pregiati e ricchi di opere d’arte al suo interno.

Il palazzo era stato individuato da una legge regionale del 1991 come «Museo regionale interdisciplinare» che, tuttavia, a distanza di quasi trent'anni, non ha ancora visto la luce. Adesso però la svolta.

Una conferma del progetto giunge dallo stesso dirigente generale dell’assessorato regionale ai Beni culturali Sergio Alessandro, che definisce questi lavori «il primo importante passo per la valorizzazione dell’intero complesso monumentale, all’interno del quale troverà finalmente la sua collocazione il museo».

Pensa al futuro Museo Regionale di Sciacca anche il soprintendente ai Beni culturali di Agrigento Michele Benfari, il quale spiega come qui potranno trovare spazio esposizioni di tipo diverso: dall’archeologia del territorio (grazie alla collezione di uno studioso locale, l’avvocato Primo Veneroso) ad una pinacoteca con un vasto elenco di opere di pittori e scultori locali celebri in tutta Italia (Mariano Rossi, Giovanni Portaluni, Michele Blasco, Gaspare Testone, Francesco Laurana).

Attenzione particolare sarà rivolta anche all’esposizione di alcuni crocefissi quattrocenteschi e alla ceramica, che a Sciacca ha una storia antichissima, traendo origine nel periodo rinascimentale.

Ma secondo Benfari, per concretizzare il progetto, servirà una "governance" con, in prima linea, i sindaci dell’intero
comprensorio di Sciacca, ma anche le associazioni culturali, turistiche e imprenditoriali, nonché la stessa Università.

«Solo questo organismo plurale - ha detto il soprintendente - potrà gestire il museo di Sciacca come un enorme distretto culturale, suggellando così la visione in tale direzione che fu del compianto Sebastiano Tusa».

"Noi naturalmente faremo la nostra parte": questo il commento del sindaco di Sciacca Francesca Valenti, che dunque ha accolto l'invito di Benfari. Per il primo cittadino «il via libera al restauro del complesso di Santa Margherita è un passo in avanti fondamentale, che va verso la possibilità di permettere la fruizione pubblica di un patrimonio culturale, quello che la nostra città può vantare, di natura inestimabile».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più letti
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X