stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Natale nella Valle dei Templi, visite guidate dal 21 dicembre al 5 gennaio
IL PROGRAMMA

Natale nella Valle dei Templi, visite guidate dal 21 dicembre al 5 gennaio

archeologia, natale, Agrigento, Cultura
Agrigento, il Tempio della Concordia nel parco della Valle dei Templi

Un Natale alla luce della Valle dei Templi. Nuovi itinerari e visite guidate in programma dal 21 dicembre al 5 gennaio. Tra questi Visita in Valle, dedicato ai principali monumenti dislocati lungo il tratto superiore della Valle dei Templi, che costituiscono le vestigia archeologiche più rappresentative di tutto il sito. Si inizia il tour dall’area alberata ai piedi di una scalinata che conduce in cima alla Collina dei Templi, dove sarà possibile ammirare i ruderi dello splendido edificio di culto greco oggi convenzionalmente conosciuto come Tempio di Giunone Lacinia. L’itinerario di visita continua con una tappa alle fortificazioni che limitano a Sud il tracciato della Via Sacra, riconvertite in parte in un grande cimitero paleocristiano che si estende in orizzontale e in verticale. Lungo il tragitto che porta al Tempio della Concordia, statue di togati romani.

Si prosegue con i Percorsi sotterranei, dedicato all’osservazione di particolari strutture riconducibili all’attività di necropoli delle prime comunità di cristiani agrigentini. La realizzazione di queste strutture ha modificato radicalmente diversi settori della Valle dei Templi. Iniziando dal cancello d’accesso a Villa Aurea, il tour entra da subito nel vivo con una passeggiata lungo il percorso di un antico asse viario greco, divenuto a partire dal sec. III d.C. una vera e propria “via dei sepolcri”.

Percorrendo questo sentiero si giunge alla necropoli sub-divo, la cui realizzazione ha trasformato in parte l’originario contesto tra i templi di Ercole e di Concordia. L’itinerario prosegue attraversando il corridoio che taglia la necropoli paleocristiana e conduce all’accesso settentrionale della Grotta Fragapane, la catacomba più grande della Valle dei Templi. Giunti al bivio con la cosiddetta necropoli romana “Giambertoni”, l’itinerario prosegue lungo un sentiero che costeggia esternamente il tratto delle mura di difesa e conduce al valico che permetterà di rientrare nel perimetro urbano della cittadina antica, nell’area di Villa Aurea. Da qui sarà possibile accedere al giardino della villa e la visita si concluderà fuori dal cancelletto segreto che conduce innanzi al Tempio della Concordia.

Tra gli itinerari più interessanti anche Costruire per gli dei, interamente dedicato ad alcuni tra gli aspetti più interessanti e curiosi legati all’architettura templare, con riproduzioni di macchinari, utensili, impalcature, sistemi di traino, di ancoraggio, trasporto e molto altro ancora. Tutte le esposizioni sono dislocate lungo un tragitto scandito dalle attrazioni archeologiche principali: il tour parte dall’area ai piedi del Tempio di Giunone, in cima alla collina dei templi. Gli operatori illustreranno i vari passaggi che si celano dietro alla costruzione di un tempio, dall’estrazione dei blocchi in cava con arnesi tanto rudimentali quanto efficaci fino alla loro messa in opera con ingegnosi macchinari, senza tralasciare il trasporto di giganteschi conci con veri e propri imballaggi, slitte e carri. Altre sezioni della mostra saranno dedicate ai metodi di rifinitura delle singole partizioni litiche e al passaggio dal legno alla pietra nell’architettura dorica: i visitatori scopriranno che l’apparato decorativo del Tempio della Concordia cela il ricordo delle antiche partizioni in legno dei templi dorici più arcaici.

E ancora con la Mattina in Valle sarà possibile passeggiare tra i templi accompagnati da un archeologo esperto che illustrerà la storia dell’antica colonia greca di Akràgas ed ai mutamenti subiti nei secoli. Il percorso si snoda tra il Tempio di Giunone e il Tempio della Concordia, nel cuore della Valle dei templi.

Al termine sarà possibile visitare la parte restante della valle autonomamente, oppure approfittare della coincidenza con l’orario di partenza di alcuni percorsi di visita speciali ed esclusivi condotti sempre da operatori archeologi Coopculture.

Appuntamenti anche per i più piccoli con l'Archeo Tombola una tombola speciale a tema archeologico che sarà incentrata sulla “smorfia” del Museo Archeologico Regionale Pietro Griffo di Agrigento. Ogni numero annunciato verrà associato ad un reperto che, per familiarità nella forma, nell’uso, nella decorazione o nel materiale, verrà abbinato al significato cui quel numero corrisponde nella smorfia napoletana. Divertimento anche con la caccia al tesoro degli Animali mitologici pazzeschi tra le vetrine del Museo Archeologico Regionale Pietro Griffo di Agrigento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X