stampa
Dimensione testo
PREMIO "CRISTIANA MATANO"

Al via Lampedus'Amore, domani sarà la volta della premiazione giornalisti

È stato lo spettacolo "Da questa parte del mare" di Gianmaria Testa interpretato da Giuseppe Cederna, ad inaugurato sabato la quarta edizione di "Lampedus'amore - Premio giornalistico internazionale Cristiana Matano".

"Non mi era mai successo, ho recitato sulla crepa del mondo", ha commentato Cederna. E poi ha continuato: "Immaginate un palco senza confini, un’isola intera che diventa teatro. Dietro di me il porto di Lampedusa e la barca Mediterranea con i naufraghi senza approdo. Accanto al dolore e all’ingiustizia, l’umanità si è seduta tra noi. Grazie Lampedusa".

Al via domani l’ultima giornata che si aprirà con il convegno "Lampedusa e il Mediterraneo, le vie della bellezza e dell’accoglienza. Informazione e impegno sociale", organizzato con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti e della
Federazione Nazionale della Stampa.

Alle 21.30 in piazza Castello, l’attesa cerimonia finale della quarta edizione del "Premio giornalistico internazionale Cristiana Matano", dedicato alla giornalista prematuramente scomparsa proprio l’8 luglio 2015. Saliranno sul palco per ricevere il riconoscimento Janko Petrovic (Rtv Slovenija) per la stampa estera, Annalisa Camilli (Internazionale) e Francesco Paolucci (TV 2000) per la stampa italiana, e Daniele Bellocchio (L'Espresso) per il giornalista emergente.

Il tema dell'edizione di quest'anno è "Lampedusa e il Mediterraneo, le vie dell’accoglienza e della bellezza". Un Premio speciale verrà infatti assegnato ad Amnesty International, l'organizzazione che lotta in difesa dei diritti umani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X