stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Il Comune rinuncia alle tasse, a Casteltermini si farà la festa del Tataratà
LA FESTA

Il Comune rinuncia alle tasse, a Casteltermini si farà la festa del Tataratà

CASTELTERMINI. «La festa paga la festa». Mancando i contributi pubblici ed essendo sempre più scarse le finanze del Comune di Casteltermini, l'amministrazione ha deciso di rinunciare a tutti i diritti sul suolo pubblico per fare in modo che gli espositori arrivino gratuitamente a Casteltermini e garantiscano la collocazione degli stand per l'edizione 2017 della Sagra del Tataratà.

Al resto, alle sfilate ed esibizioni ci penseranno i Ceti che hanno sempre - da 400 anni - animato la festa di Santa Croce, meglio conosciuta, appunto, come «Sagra del Tataratà». Anche quest'anno, nella cittadina montana, fra i cittadini, ma anche fra i residenti dei Comuni limitrofi, imperversa - visto che ancora non sono stati resi noti i dettagli della kermesse - l'interrogativo: «Si fa o non si fa la festa del Tataratà?».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X