stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Agrigento, ordigno con scritte minacciose lasciato davanti a un residence prima del veglione
INTIMIDAZIONE

Agrigento, ordigno con scritte minacciose lasciato davanti a un residence prima del veglione

Intimidazione davanti a un hotel-residence fra Agrigento e Palma di Montechiaro adibito a discoteca in occasione del veglione di San Silvestro. Una bomba a mano, attaccata con filo metallico al cancello di ingresso, un cartello nero con la scritta «Boom» e una croce tracciata con vernice rossa sono stati trovati all’ingresso. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e gli artificieri.

A ritrovare il messaggio è stato il proprietario, un imprenditore trentenne che ha richiesto l’intervento dei carabinieri. Non è chiaro a chi sia stata rivolta l’intimidazione, se all’imprenditore titolare della struttura ricettiva o agli organizzatori dell’evento di Capodanno. Quest’ultima ipotesi sembrerebbe essere quella privilegiata dalle forze dell’ordine, sebbene l'hotel sia stato preso di mira altre volte. A metà dello scorso febbraio venne fatta trovare la carcassa di una gallina con la testa mozzata. A fine luglio 2021 era stata rinvenuta una testa di pecora con un proiettile conficcato al centro della fronte. Dei colpi di pistola, infine, vennero esplosi contro il prospetto esterno e alcune stanze dello stesso immobile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X