stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Lampedusa, rallenta il flusso di arrivi di migranti ma l'hotspot resta affollato
LA SITUAZIONE

Lampedusa, rallenta il flusso di arrivi di migranti ma l'hotspot resta affollato

Dopo 8 giorni di arrivi senza sosta di barche e gommoni carichi di migranti sulle coste siciliane, specialmente a Lampedusa, quella trascorsa è stata la prima notte senza soccorsi. In giornata sono arrivati 41 i tunisini che a bordo di due barchini sono stati soccorsi fra 16 e 10 miglia dalla costa di Lampedusa. Poi sono giunti altri 107 migranti, con due barconi, facendo salire a 4, nel giro di poche ore, gli approdi, con un totale di 148 persone. Tutti sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola dove ci sono circa 1.500 persone a fronte di 350 posti disponibili.

Oggi 120 migranti sono stati imbarcati sul traghetto di linea Sansovino che giungerà in serata a Porto Empedocle e stasera è previsto l'imbarco di altri 80 migranti sulla motonave Cossydra. In serata, o al massimo domattina, dovrebbe cominciare l’imbarco di altre 600 persone sulla nave Diciotti della Guardia costiera che dovrebbe far rotta su Porto Empedocle.

L’hotspot quindi comincia a svuotarsi anche se le condizioni in cui sono costretti a vivere gli ospiti non sono per nulla buone. Sulle presunte ingerenze russe che favorirebbero le partenze dalla Libia il deputato della Lega e sottosegretario all’Interno, Nicola Molteni dice: «Al 29 luglio 2022, gli sbarchi in Italia di migranti provenienti dalla Libia sono stati 21.507. Di questi, meno di 4.000 arrivano dalla Cirenaica, gli altri dalla Tripolitania. Da un anno a questa parte, ovvero dalla seconda metà del 2021, sulla base delle interviste fatte ai migranti che sbarcano in Italia, si assiste a un lieve incremento degli arrivi dalla Cirenaica.

Questi sono i dati, il resto ricostruzioni che non hanno alcun riscontro nella realtà». E fonti della Lega rivolgendosi al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese dicono: «Il sottosegretario Molteni, dati alla mano, smentisce autorevolmente la notizia riportata con grande evidenza da un quotidiano a proposito di immigrazione verso l'Italia e influenza della Russia. Per l’ennesima volta, però, il ministro dell’Interno sceglie un silenzio assordante. Lamorgese deve decidere: smentisce il suo sottosegretario, oppure smentisce il quotidiano che scrive una notizia molto preoccupante per la sicurezza del nostro Paese?».

Intanto sono oltre mille i migranti soccorsi da Ong nel Mediterraneo che sono ancora a bordo delle navi e che sicuramente saranno fatti sbarcare in Italia come i 438 della Sea watch che andranno a Taranto. Sono 387 sulla Ocean Viking e 659 sulla Geo Barents. Sos Mediterranee e Msf chiedono un porto per sbarcare le persone. «Nonostante i nostri sforzi per far mangiare e bere a sufficienza queste donne , uomini e bambini, molti soffrono la disidratazione a causa del caldo. hanno bisogno di un porto sicuro, ora» dice Sos Mediterranee .

«Oltre 300 minori, compresi diversi bambini di meno di un anno - aggiunge -, salvati da Ocean Viking e Geo Barents attendono in mare, e in condizioni difficili, di sbarcare in un porto sicuro. Hanno trascorso fino a 6 giorni in mare, insieme a molti altri naufraghi, tra cui donne incinte. I ritardi nell’indicare un porto per le persone soccorse nel Mediterraneo centrale impediscono anche alle navi delle Ong di rispondere ad altre richieste di soccorso, e le persone sono dunque abbandonate al loro destino sulla rotta migratoria più letale al mondo».

Dopo quello di Lampedusa e Taranto anche il Cara di Crotone finisce nel mirino dei sindacati di polizia. Il sap dice che «la mancanza di interpreti per gestire i migranti è uno dei grandi problemi ed è solo grazie allo stacanovismo dei colleghi, disposti a pagare di tasca propria chi può supportarli per procedere con il lavoro, che possono essere portate a termine importanti indagini che ci aiutano a combattere l'immigrazione clandestina».

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X