stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cede manto stradale nell'Agrigentino, camion finisce dentro una voragine: un ferito
JOPPOLO GIANCAXIO

Cede manto stradale nell'Agrigentino, camion finisce dentro una voragine: un ferito

Una strada cede all'improvviso e il camion ci "finisce" dentro. Letteralmente. Incredibile ma vero è quello che è accaduto sulla provinciale che, da Joppolo Giancaxio, immette sulla statale 118.  L'autocisterna che era stata all'impianto di compostaggio ed era già lungo la strada del ritorno è finita dentro una voragine, che si è aperta molto probabilmente a causa del maltempo, con le abbondanti piogge che hanno sicuramente influito sul tutto. 

Sono intervenute le squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento e i carabinieri della stazione di Joppolo Giancaxio. Il camionista è stato tratto in salvo, caricato sull'ambulanza del 118 che, nel frattempo, è sopraggiunta e portato al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio". Le due condizioni non sono gravi. La strada, ovviamente, è stata chiusa. 

Proprio oggi, intanto, facendo seguito all’ordine del giorno della deputata Roberta Alaimo che impegnava il Governo a completare la realizzazione dell’ammodernamento con messa in sicurezza dei restanti lotti della Strada Statale n. 118 Corleonese/Agrigentina in provincia di Palermo, dal bivio Ficuzza a Corleone, grazie alla collaborazione con il Senatore Steni Di Piazza è stato depositato l’emendamento.

“È necessario restituire ai territori dell’entroterra dell’Agrigentino e del Palermitano un’infrastruttura fondamentale per i collegamenti tra i comuni sicani e del corleonese, e con le grandi infrastrutture dell’isola, verso porti e aeroporti” dichiara Roberta Alaimo, deputata alla Camera del Movimento 5 Stelle.

“Le zone attraversate dalla SS 118 - aggiunge la parlamentare nazionale - sono aree particolarmente svantaggiate della Regione Siciliana e, dunque, occorre intervenire sulle infrastrutture che consentano di raggiungere obiettivi di sviluppo attraverso la valorizzazione delle enormi ricchezze naturalistiche, ambientali, storiche e archeologiche e delle risorse umane e intellettive presenti sul territorio”.

“L’emendamento - spiega l’esponente cinquestelle - intende dare seguito alla richiesta partita dai primi cittadini di Agrigento, Corleone, Marineo, Prizzi, Palazzo Adriano, Bivona, Raffadali, Joppolo Giancaxio, Santa Elisabetta, Lucca sicula, Alessandria della Rocca, Chiusa Sclafani, Giuliana, Campofiorito, Contessa Entellina, Santo Stefano di Quisquina, Cianciana, Burgio e Bisacquino. La zona attraversata dalla strada è un territorio della Regione Siciliana totalmente privo di viabilità e quindi è una strada di fondamentale importanza.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X