stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Pronto soccorso di Sciacca in affanno, lavorano solo 7 medici
SANITÀ

Pronto soccorso di Sciacca in affanno, lavorano solo 7 medici

Agrigento, Cronaca

Con appena 7 medici chiamati a garantire i turni nell’arco delle 24 ore, il funzionamento del pronto soccorso dell’ospedale di Sciacca (Agrigento) è in grave sofferenza. È questo il motivo alla base della decisione del direttore sanitario Gaetano Migliazzo di rivolgersi a tutti gli altri medici in servizio nei vari reparti del «Giovanni Paolo II», chiedendone formalmente la disponibilità alla copertura di turni «in prestazioni aggiuntive» proprio in area di emergenza.
Una difficoltà che scaturisce dai ripetuti avvisi pubblici per il conferimento di incarichi per il pronto soccorso che però non hanno dato l’esito sperato. È un appello, quello della direzione sanitaria, per il quale il dottor Migliazzo ha dato 3 giorni di tempo per avere una risposta.
Parla di «situazione gravissima» il portavoce del locale Comitato per la sanità Ignazio Cucchiara, per il quale «siamo ormai di fronte ad una autentica emergenza per l’ospedale di Sciacca, dove il personale è continuamente sottoposto a stress che mettono a rischio il diritto alla salute della cittadinanza, come rivelano le stesse ripetute disposizioni di servizio che obbligano i cardiologi in servizio a Sciacca a garantire turni negli altri ospedali della provincia».
Il comitato ha annunciato che chiederà un incontro urgente al commissario dell’Asp di Agrigento Mario Zappia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X