stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Canicattì, ladri in azione alla stazione: svaniti tremila litri di gasolio
FURTO

Canicattì, ladri in azione alla stazione: svaniti tremila litri di gasolio

Svuotati i serbatoi di un locomotore ferroviari parcheggiato sul binario del piazzale
Agrigento, Cronaca
La stazione ferroviaria di Canicattì

Senza che nessuno se ne accorgesse e senza che scattasse alcun allarme, né segnalazione, hanno svuotato i serbatoi di un locomotore ferroviario. Un Fiat 342 che era stato lasciato parcheggiato sul binario del piazzale dello scalo ferroviario di Canicattì. E non hanno portato via poche decine di litri di gasolio, ma ben 3 mila litri – 1.500 litri a serbatoio – di carburante.  La scoperta è stata fatta nelle scorse settimane, ma la notizia è trapelata soltanto ieri dal fitto riserbo investigativo.

Il locomotore Fiat 341, con tutti i suoi carri collegati, doveva essere spostato da Canicattì a Caltanissetta Xirbi. Per questo motivo allo scalo ferroviario della città dell’uva Italia si era recato l’operaio della ditta competente. Un uomo che appena arrivato è stato avvisato dal conduttore di macchina ferroviaria che c’era qualcosa che non andava, che i due serbatoi del locomotore erano vuoti. Ed effettivamente la bacchetta del livello, posta all’esterno e adiacente ai due serbatoi, rilevava l’assoluta mancanza di carburante. Era però certo che il locomotore era stato parcheggiato nello scalo ferroviario di Canicattì, prima delle ferie estive, con il pieno di 3 mila litri di carburante. Il mezzo era stato rifornito infatti appena il giorno prima di essere posteggiato ed era rimasto fermo. A raccogliere la denuncia di furto sono stati gli agenti della polizia Ferroviaria di Agrigento.

I poliziotti hanno, naturalmente, subito avviato le indagini. Anche se un po' di tempo è trascorso, la Polfer della Città dei Templi s’è subito prodigata per cercare se fossero o meno ancora presenti indizi o elementi utili alle indagini. Le bocche degli investigatori sono rimaste categoricamente cucite anche nella giornata di ieri. Appare però assai probabile una cosa: chi ha rubato tutto quel carburante probabilmente sapeva. Probabilmente era a conoscenza del fatto che il mezzo ferroviario era stato rifornito di ben 3 mila litri di gasolio e forse anche che sarebbe rimasto fermo – per via delle ferie estive - per più giorni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X