stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Agrigento, festa in sordina per San Calogero ma la fede resta forte
LE CELEBRAZIONI

Agrigento, festa in sordina per San Calogero ma la fede resta forte

di
Agrigento, Cronaca
Don Giuseppe Cumbo, neo vicario generale della Diocesi, ieri mattina ha officiato la messa solenne al Santuario

Ore 13: rullo di tamburi e scalinata che porta al Santuario gremita di fedeli. Il simulacro di San Calogero, però, ieri non è uscito. Rimasto «bloccato» in chiesa a causa delle restrizione anti-Covid. Niente processione e niente lancio del pane. I tradizionali festeggiamenti non ci sono stati. Ma l’atmosfera era quella di sempre.

I «tammurinara» si sono esibiti per oltre dieci minuti rendendo omaggio al compatrono della Città dei Templi e a tutti i presenti. Non sono mancati lunghi applausi e tradizionali invocazioni «chiamamu a cu nna aiuta: evviva San Calò», che hanno fatto eco fin dentro al tempio. Ai piedi della statua era un continuo arrivo di fedeli, ringraziamenti e preghiere.

La fede, la devozione e l’affetto degli agrigentini nei confronti del Santo Nero, non sono mancati nella giornata conclusiva della festa.

L'articolo completo nell'edizione di Trapani, Agrigento, Caltanissetta e Enna del Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X