stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Sbanda e finisce contro il guard rail, poi aggredisce i carabinieri a calci e pugni: arrestato a Ravanusa
AGRIGENTO

Sbanda e finisce contro il guard rail, poi aggredisce i carabinieri a calci e pugni: arrestato a Ravanusa

Agrigento, Cronaca
FOTO ARCHIVIO

Ha perso il controllo della propria auto urtando violentemente contro il guard-rail, poi alla vista dei carabinieri li ha aggrediti a calci e pugni. È accaduto a Ravanusa, dove i militari della nucleo radiomobile di Licata sono intervenuti per soccorrere l'automobilista coinvolto nell'incidente con la sua Fiat.

Il conducente, che non ha riportato gravi ferite, ha iniziato ad inveire contro i militari che stavano procedendo ai relativi controlli. L’uomo, un pregiudicato di origine romena di 36 anni, bracciante agricolo, residente a Canicattì, è apparso in evidente stato di alterazione psicofisica per verosimile abuso di sostanze alcoliche.

Rifiutando ogni forma di collaborazione ha aggredito i militari dell’Arma nel tentativo di darsi alla fuga colpendoli violentemente con calci e pugni. Una volta bloccato, il 36enne è stato trasportato con un’autoambulanza presso l’ospedale di Canicattì dove però ha rifiutato di sottoporsi alle cure mediche.

L’autista violento è stato arrestato per violenza, minaccia resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Su disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Agrigento l’uomo è stato accompagnato presso la propria abitazione e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo. I militari hanno riportano escoriazioni e contusioni al corpo ottenendo 10 e 12 giorni di prognosi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X