stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Mafia e droga ad Agrigento, sorveglianza speciale per due ritenuti vicini al boss Massimino
TRIBUNALE

Mafia e droga ad Agrigento, sorveglianza speciale per due ritenuti vicini al boss Massimino

droga, mafia, Agrigento, Cronaca
Tribunale di Palermo

Sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per due agrigentini, E.G., 55 anni, e A.C., 49 anni, di Porto Empedocle, ritenuti entrambi soggetti socialmente pericolosi. I due decreti sono stati emessi dal Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione, su proposta del Questore di Agrigento Rosa Maria Iraci.

Entrambi sono stati arrestati nel marzo 2019, nell'ambito de

Nel marzo 2019 entrambi sono stati arrestati nel corso dell’operazione Kerkent per associazione mafiosa e traffico di stupefacenti.

Il Tribunale di Palermo ha ritenuto che dalle indagini effettuate si evince il pieno inserimento di entrambi i soggetti nell'organizzazione criminale che gestiva il traffico di stupefacenti, il cui vertice era rappresentato da Antonio Massimino, già condannato in via definitiva.

Dalle indagini emerge come entrambi i soggetti intrattenessero relazioni criminali con personaggi che hanno operato o fanno parte di un contesto mafioso.

Il Tribunale di Palermo ha ritenuto E.G. abbia svolto un ruolo centrale all’interno del clan e che il  A. C. abbia svolto un ruolo nello smercio di stupefacente e che entrambi siano soggetti socialmente pericolosi.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X