stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Assembramenti, chiuse 4 attività nel centro di Agrigento: semideserta San Leone
CONTROLLI ANTI-COVID

Assembramenti, chiuse 4 attività nel centro di Agrigento: semideserta San Leone

Assembramenti, coronavirus, Agrigento, Cronaca

Un negozio di generi alimentari in centro storico e un bar –un ennesimo bar – al Villaggio Mosè. Altre due attività commerciali, e sono salite a quattro in poco più di 24 ore, sono state temporaneamente chiuse dalla guardia di finanza di Agrigento. Ancora una volta, non sono state rispettate le prescrizioni anti-Covid.

Nel cuore di «Girgenti», i finanzieri hanno pizzicato tantissimi agrigentini – giovani e non soltanto – che, all’esterno del negozio di generi alimentari, erano letteralmente ammassati. Quasi come se il virus non esistesse, o non fosse mai arrivato nel cuore vecchio di Agrigento, i componenti del gruppo stavano passando un sabato pomeriggio, scherzando e bevendo birra. L’assembramento è stato, naturalmente, subito dissolto, ma per il titolare del generi alimentari sono stati – e così saranno per un totale di 5 giorni –guai: dovrà tenere infatti la saracinesca rigorosamente abbassata.

Al Villaggio Mosè, sempre i finanzieri– durante i meticolosi e capillari controlli per verificare il rispetto delle normative anti-Covid, tanto da parte dei cittadini quanto da parte degli esercizi commerciali – hanno imposto la chiusura ad un bar. Chi era dietro il banco stava – ecco l’accusa – ser - vendo oltre l’orario consentito. E all’interno del locale c’era anche più gente rispetto al limite massimo consentito. In zona Duomo , la pattuglia delle Fiamme gialle ha fermato e identificato un uomo che percorreva la strada senza indossare la mascherina anti-Covid.

L’uomo s’è anche decisamente infastidito per quell’inatteso controllo ed avrebbe anche risposto per le rime ai rappresentanti delle forze dell’ordine, sostenendo: – a cuor leggero – «Io mascherina non ne metto!». Il cittadino è stato sanzionato. Dovrà sborsare 400 euro di multa.

Appena poche ore prima, sempre gli uomini della guardia di finanza avevano imposto la chiusura – per mancato rispetto delle normative anti-Covid – ad un bar del rione commerciale di Agrigento e ad un tabacchino di Fontanelle.

L'articolo completo nell'edizione di Trapani, Agrigento e Caltanissetta-Enna del Giornale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X