stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ad Agrigento la movida non si ferma, il sindaco: "Gli irresponsabili ci portano alla terza ondata"
L'ALLARME

Ad Agrigento la movida non si ferma, il sindaco: "Gli irresponsabili ci portano alla terza ondata"

«L’irresponsabilità di alcuni ci sta portando di nuovo ad una terza ondata. Ho visto quello che succede in occasione della movida agrigentina, specie sul litorale di San Leone dove è stato chiuso qualche locale. Mi dispiace per gli esercenti, ma la colpa non deve ricadere su chi fa i controlli che ringrazio per l’operato. La colpa deve ricadere su quegli irresponsabili che frequentano litorale e locali, a discapito degli esercenti stessi che poi ne piangono le conseguenze visto che devono stare mesi e mesi chiusi».

Lo ha detto, ieri mattina, il sindaco di Agrigento Franco Micciché che non ha esitato a dirsi preoccupato visto le favorevoli condizioni climatiche e visto gli assembramenti già registratisi nello scorso week end. Ma questa volta potrebbe trattarsi di lockdown locale e non regionale. Il primo cittadino ha firmato ordinanze che impongono il distanziamento sociale tanto sul litorale quanto in via Atenea. E il prefetto Maria Rita Cocciufa ha già disposto – proprio in occasione dei fine settimana – un potenziamento dei controlli, coinvolgendo anche la polizia municipale, quella provinciale e l’Esercito.

L'articolo completo sul Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X