stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Omicidio sull'argine dell'Arno, arrestato il vicino: è un uomo di Canicattì

Omicidio sull'argine dell'Arno, arrestato il vicino: è un uomo di Canicattì

Sarebbe un uomo di 53anni, originario di Canicattì, in provincia di Agrigento, dipendente di una società di rifiuti e residente da venti anni a Fucecchio, in provincia di Firenze, l’assassino di Roberto Checcucci, il 53enne di Fucecchio trovato morto lungo l’argine del fiume Arno, a Castelfranco di Sotto, nel pisano, il 27 settembre scorso. Sullo sfondo dell’omicidio, definito 'brutale' dagli inquirenti, liti e contrasti condominiali che la vittima e il fratello da tempo avevano con il presunto omicida e altri inquilini.

L’uomo è stato arrestato questa mattina su disposizione del gip di Pisa Donato D’Auria dai carabinieri del Nucleo investigativo di San Miniato che, con la Procura di Pisa, indagava da mesi sulla morte di Checcucci. Il procuratore capo Alessandro Crini ha spiegato nei dettagli la ricostruzione della Procura che ha portato all’arresto dell’uomo il cui comportamento, nel corso delle testimonianze rilasciate dai vicini di casa ai Carabinieri, aveva attirato l’attenzione degli inquirenti.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X