stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Tentò di rapinare una tabaccheria, riberese rimane in cella
TRIBUNALE

Tentò di rapinare una tabaccheria, riberese rimane in cella

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sciacca, Alberto Davico, ha confermato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di Sandro Andreatto, di 26 anni, di Ribera, assistito dall’avvocato Francesco Di Giovanna, destinatario due mesi fa di una misura restrittiva per tentata rapina e tentato omicidio.

L’indagato era detenuto per altra causa e così il giudice aveva rinviato l’interrogatorio di garanzia che adesso si è svolto attraverso la piattaforma microsoft teams: il giudice nell’aula di udienze in tribunale, l’indagato nel carcere di Sciacca e il suo difensore nello studio di Santa Margherita Belice.

Andreatto si è avvalso della facoltà di non rispondere e la difesa prepara istanza di annullamento della misura al Tribunale del Riesame. La vicenda riguarda fatti dei mesi di gennaio e febbraio 2020. Il primo, del 2 gennaio, quando avrebbe colpito un giovane con uno strumento da punta e taglio alla gola e il secondo, del 5 febbraio, quando avrebbe tentato una rapina in una tabaccheria del centro crispino.

L'articolo nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X