stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, muore a Brescia un'infermiera di Sciacca: "Stava lottando con tutte le sue forze"
IL DECESSO A BRESCIA

Coronavirus, muore a Brescia un'infermiera di Sciacca: "Stava lottando con tutte le sue forze"

coronavirus, Lidia Liotta, Agrigento, Cronaca

Non ce l'ha fatta Lidia Liotta, infermiera saccense morta a Brescia dopo essersi ammalata di coronavirus. La donna lavorava in una casa di riposo di Predore, in provincia di Bergamo, e aveva 55 anni.

Alla fine di febbraio è stata contagiata dal Covid 19. Da anni abitava nel bergamasco, dove si era trasferita, ed ha contratto il virus proprio mentre assisteva gli anziani malati. Secondo quanto riferiscono i familiari, l’infermiera per scelta aveva continuato a lavorare anche se non era in buone condizioni di salute.

"Stava lottando con tutte le sue forze", dicono. E da alcuni giorni era in terapia intensiva in un ospedale di Brescia. Nel pomeriggio il suo cuore ha cessato di battere a causa di una emorragia cerebrale. Nella casa di riposo dove lavorava, in piena zona rossa, anche diversi anziani hanno contratto il virus, tanto che la struttura ha dovuto chiudere per mancanza di personale e gli ospiti, inizialmente dirottati presso altre strutture, sono morti. La donna lascia il marito, dipendente del comune di Villongo, anche lui siciliano, ed una figlia di 20 anni.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X