stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "In carcere rischia il coronavirus": chiesta la scarcerazione del boss di Camastra
MAFIA

"In carcere rischia il coronavirus": chiesta la scarcerazione del boss di Camastra

«Le condizioni di salute dell'imputato, già affetto da altre patologie, non sono compatibili con il regime carcerario soprattutto in una struttura come Voghera dove c'è già stato un caso di contagio al Coronavirus fra i detenuti». Con questa motivazione gli avvocati di Rosario Meli, ritenuto boss di Camastra - e già condannato per mafia -, chiedono la scarcerazione, ossia il regime degli arresti domiciliari, al limite con l'applicazione del braccialetto elettronico.

L'istanza è stata presentata  al tribunale del riesame ed è attesa una decisione. Il processo, intanto - come spiega Gerlando Cardinale sul Giornale di Sicilia -, è approdato in appello.

La notizia completa nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X