stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, l'Ipab di Canicattì diventa struttura per la quarantena
IN PROVINCIA

Coronavirus, l'Ipab di Canicattì diventa struttura per la quarantena

L'Ipab "Burgio Corsello" di Canicattì diventa una struttura per ospitare i positivi al Coronavirus che devono stare in quarantena e non necessitano, quindi, di assistenza ospedaliera. Ieri è arrivato l'ok dall'Asp di Agrigento.

Secondo un primo sopralluogo sono immediatamente disponibili 40 posti aumentabili sino a 70.

Ad annunciarlo è il deputato regionale Carmelo Pullara presidente commissione salute all'Ars. "Come da mia richiesta e visione affinché non si agisca solo per l’oggi nell’emergenza ma anche in prospettiva quando questa fase sarà finita, le Ipab non attive entrano a far parte del sistema socio-sanitario finalizzato alle misure per il coronavirus - dice il deputato -. In particolare e per iniziare,  l'Ipab Burgio Corsello di Canicatti verrà riattivata e messa a disposizione dei soggetti che devono stare in quarantena. Questi sono fatti e non parole".

"Sono stato il promotore, con altri otto deputati regionali firmatari, di una richiesta avanzata al presidente Musumeci  di utilizzare  prioritariamente le Ipab per la quarantena e non gli hotel che rappresentano un tessuto economico/imprenditoriale da salvaguardare per il rilancio futuro passata l’emergenza. Così l'Ipab di Canicattì  come tante altre strutture potrà con la ristrutturazione che verrà entrare a far parte del sistema socio assistenziale sanitario regionale e poter rinascere", conclude Pullara.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X