stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Paziente di Aragona positivo al coronavirus, familiari in quarantena
IN PROVINCIA

Paziente di Aragona positivo al coronavirus, familiari in quarantena

coronavirus, Agrigento, Cronaca

Caso di coronavirus ad Aragona. Si tratta di un uomo ricoverato in ospedale per altre patologie e  sottoposto ad accertamenti per una pleurite. Per precauzione è stato quindi trasferito all'ospedale di Caltanissetta, dove gli è estato effettuato un primo tampone risultato negativo. Qui ha inizio una trafila clinica e diagnostica non semplice.

Dopo il primo tampone, infatti, il paziente è stato spostato in un altro reparto dove ha subito un importante intervento chirurgico. Quattro giorni dopo il ricovero i sanitari, insospettiti dai sintomi, fanno ripetere il tampone altre due volte e poi una quarta, a cui risulta l'esito positivo.
A raccontare i fatti è il sindaco di Aragona, Giuseppe Pendolino, che rassicura la cittadinanza: "Appena appresa ufficialmente la notizia, ho contattato la famiglia per chiedere informazioni sullo stato di salute del paziente e li ho invitati a ripensare ai contatti avuti dallo stesso nei giorni antecedenti al ricovero. I familiari con cui è stato in contatto si sono messi in quarantena ed alcuni si sono sottoposti al tampone. Mi risulta che tutti quelli che hanno avuto contatti con il soggetto risultato positivo al tampone ad oggi non hanno nessun sintomo, quindi si può anche sospettare che il contagio sia avvenuto dopo il ricovero. Il paziente oggi sta bene non ha mai accusato nessun malore riconducibile al Covid-19", spiega il sindaco.

"Chiedo a tutti di evitare commenti inutili e sterili sia nei confronti del paziente che della famiglia, ma anche dei giornalisti che professionalmente svolgono il loro compito - fa appello Pendolino -. Mi preme precisare inoltre che ogni notizia e comunicazione da me rilasciata, non è frutto di mie personali valutazioni, poiché non sono un medico, ma è correlato alle comunicazioni ufficiali da parte della Direzione Generale dell’Asp".

"Vi invito - conclude il primo cittadino - ad essere uniti per sconfiggere questo orribile male stando a casa; stare a casa significa tutelare se stessi e gli altri, quindi per favore rimanete a casa ed usufruite della consegna a domicilio effettuata da tutti i commercianti di Aragona".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X